Category : Home

Home FORMAZIONE E CORSI

Il corso per imparare a redigere correttamente il documento di valutazione dei rischi

Presso l’Istituto Informa – Roma, il 9 e il 10 aprile 2015, è attivato il seguente corso di formazione.

Il documento di valutazione dei rischi – come procedere all’elaborazione 

Esempi applicativi con l’utilizzo di un software professionale per la predisposizione del DVR

Valido come corso di Aggiornamento per RSPP e ASPP (D. Lgs. 81/08 – Accordo Stato Regioni 26.01.06)

16 Crediti Formativi (CFP) CNPI
14 Crediti Formativi (CFP) CNI
16 Crediti Formativi (CFP) GEOMETRI
Richiesti crediti per ARCHITETTI

Roma, 9 – 10 aprile 2015
INFORMA

Docenti: ing. Andrea Guerra – dott. Stefano Massera

Per informazioni 06:33245444 oppure corsi@epc.it

Programma di dettaglio a clicca seguente link: programma corso DVR

Continua »
Home Acustica ambientale

Giornata di Sensibilizzazione sul Rumore 2015 “Paesaggi sonori intorno a noi”

Il 29 aprile 2015 è l’ “International Noise Awareness Day” .

L’evento si terrà nelle scuole italiane e di tutto il mondo per sensibilizzare i futuri cittadini di domani sul rumore e sui rischi ad esso correlati.

Si rimanda alla pagine di Associazione Italiana di Acustica  per informazioni di dettaglio.

 

Continua »
Home SICUREZZA SUL LAVORO Normativa tecnica AGENTI FISICI News Rumore

Pubblicata la norma UNI 11347:2015. Programmi aziendali di riduzione dell’esposizione a rumore nei luoghi di lavoro.

In vigore dal 12 febbraio  2015 la nuova norma UNI 11347:2015. Tale norma sostituisce il rapporto tecnico UNI/TR 11347:2010.

La nuova norma specifica come indicare gli interventi tecnici e organizzativi che vengono adottati dall’azienda per ridurre l’esposizione al rumore nei luoghi di lavoro nonché come identificare le aree di lavoro a maggior rischio al fine della loro delimitazione/segnalazione/restrizione all’accesso, così come richiesto dalla legislazione vigente, attraverso la redazione di un programma aziendale di riduzione dell’esposizione (PARE) al rumore.

Ricordiamo che il D.Lgs 81/08 richiede il miglioramento delle condizioni relative ad aspetti igienico sanitari e di sicurezza dei luoghi di lavoro, ed in particolare anche nel caso di esposizione a rumore qualora questa ecceda, come livello equivalente giornaliero (LEx,8h) o settimanale (LEx,w),  gli 85 dB(A).

 

Continua »
Home SICUREZZA SUL LAVORO Documentazione News Normativa nazionale

I modelli semplificati per la stesura dei PSC, POS, PSS e FO.

CantiereCon decreto interministeriale (Lavoro e Politiche Sociali, Salute, Infrastrutture e Trasporti) datato 09/09/2014 sono stati pubblicati i modelli di Piano di sicurezza e coordinamento (PSC), Piano operativo di sicurezza (POS), Piano sostitutivo di sicurezza (PSS) e Fascicolo dell’opera (FO) che possono essere utilizzati per la stesura degli stessi in relazione ai cantieri in cui è applicabile il Titolo IV del D. Lgs 81/08. L’adozione di tali modelli non è obbligatoria conseguentemente il singolo soggetto responsabile della redazione verificherà se ritenere opportuno o meno l’adozione dei modelli, che costituiscono comunque un utile riferimento.

Il decreto, con i relativi modelli in allegati, è scaricabile alla pagina download.

Continua »
Home FORMAZIONE E CORSI Acustica ambientale

Corso di formazione per tecnici competenti in acustica ambientale

Si segnala la prossima attivazione del  corso di formazione per Tecnico Competente in Acustica Ambientale, in una parte del quale è anche trattata la valutazione del rumore negli ambienti di lavoro. Il corso, della durata di 160 ore, con 30% di pratica e tesi , è organizzato da EuroAcustici con l’Università Roma Tre.

DSCN4800Validato dalla REGIONE LAZIO: abilita all’iscrizione all’Albo Regionale dei tecnici competenti in acustica  ed è equivalente ad 1 anno di esperienza documentata di pratica per “Tecnico competente in Acustica Ambientale”.

Sede del corso: Università degli Studi di Roma Tre, Facoltà di Architettura, ex Mattatoio, Largo G. B. Marzi – Roma.

Inizio corso: venerdì 17/10/2014. Orari previsti: 4 ore il venerdì pomeriggio e 4 ore il  sabato mattina.

Per informazioni e iscrizioni collegarsi alla seguente pagina: www.euroacustici.org

 

Continua »
Home FORMAZIONE E CORSI ATTREZZATURE DI LAVORO E IMPIANTI Impianti ex DM 37/08

Corso di formazione per condurre verifiche ispettive su impianti elettrici ex DPR 462/2001 presso il CNIM

00DSCN6365I giorni 14 e 15 Ottobre 2014 a Roma, presso la sede del CNIM – comitato nazionale per la manutenzione, si terrà il corso “Sicurezza degli impianti elettrici: norme e procedure per condurre verifiche ispettive (D.P.R. 462/01)”.

Il calendario corsi e i contatti con il CNIM sono reperibili cliccando al seguente indirizzo

Continua »
Home FORMAZIONE E CORSI Sicurezza sul lavoro

Seminario: “Il rischio di caduta dall’alto: aspetti tecnico-progettuali e risvolti sociali”.

Venerdì 16 maggio 2014, alle ore 09:00, presso la Sala Grande del Chiostro della Facoltà di Ingegneria della Sapienza, in Via Eudossiana 18, Roma, si terrà il seminario “Il rischio di caduta dall’alto: aspetti tecnico-progettuali e risvolti sociali”.

Organizzatori: Università deragli Studi di Roma “La Sapienza”, l’INAIL, l’INPS e il CNIM.

La partecipazione è a titolo gratuito con prenotazione obbligatoria.

Per informazioni contattare ilCopia di IMG_1336 2 CNIM
Via Barberini, 68 – 00187 Roma

tel. 06.47.45.340 – 06.42.010.534

email: ufficio.stampa@cnim.it
www.cnim.it

Continua »
Home SICUREZZA SUL LAVORO News Normativa nazionale

La casa di un lavoratore a domicilio non è un luogo di lavoro

La Commissione per gli interpelli, con lettera prot. 37/0018696/MA007.A001 del 24/10/2013, in risposta ad istanza di interpello presentata dal Consiglio Nazionale degli Ingegneri che poneva la domanda se per i lavoratori a domicilio il datore di lavoro dovesse provvedere a formare i suddetti lavoratori secondo le richieste del D. Lgs 81/08, dell’accordo Stato Regioni del 21/12/2011 e se dovesse essere somministrata la formazione per il primo soccorso e per l’antincendio,  ha fornito le seguenti indicazioni:

  • il domicilio del lavoratore non è considerato luogo di lavoro, ai sensi dell’art. 62 del D. Lgs 81/2008
  • il datore di lavoro è tenuto a fornire adeguata informazione e formazione dal lavoratore a domicilio nel rispetto di quanto previsto dall’accordo Stato-Regioni del 21/12/20011 e non anche quella specifica per il primo soccorso e l’antincendio

Nell’interpello è inoltre richiamato l’art. 3 comma 9 del D. Lgs 81/08 che prevede per i lavoratori a domicilio l’applicazione degli obblighi di formazione di cui agli art. 36 e 37 del D. Lgs 81/08, la fornitura di d.p.i. in relazione alle mansioni assegnate nonché, nell’ipotesi in cui il datore di lavoro fornisca attrezzature proprie, o per tramite di terzi, che tali attrezzature siano conformi alle disposizioni di cui al titolo III del D. Lgs 81/08.

Si fa presente che all’art. art. 69 del titolo III del D. Lgs 81/08 si intende per  attrezzature di lavoro  “qualsiasi macchina, apparecchio, utensile o impianto, inteso come il complesso di macchine, attrezzature e componenti necessari all’attuazione di un processo produttivo, destinato ad esser usato durante il lavoro“.

Per scaricare il testo integrale dell’interpello del 24/10/2014 vai alla pagina download.

Continua »
Home SICUREZZA SUL LAVORO Normativa nazionale

Prevenzione ferite da taglio o da punta. Modificato il D. Lgs 81/08 e introdotto il titolo X-bis.

DSCN0464A seguito di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale n. 57 del 10/03/2014 del D. Lgs n.19 del 19/02/2014, entra in vigore dal 25/03/2014 la modifica al D. Lgs 81/08 che prevede l’introduzione del nuovo Titolo X-bis “Protezione delle ferite da taglio e da punta nel settore ospedaliero e sanitario”. Tale modifica deriva dagli obblighi di recepimento di alcune direttive europee (tra cui la 2010/32/UE e la 2000/54/CE sulla prevenzione delle ferite da taglio e da punta nel settore ospedaliero e sanitario e sulla protezione dei lavoratori dai rischi derivanti da esposizione ad eventi biologici).
Di rilevante si segnala che le disposizioni si attuano per la tutela dei lavoratori, indipendentemente dalla tipologia contrattuale e interessa anche i tirocinanti, gli apprendisti, i lavoratori a tempo determinato, i lavoratori somministrati, gli studenti che eseguono corsi di formazione sanitaria ed i sub-fornitori. In particolare è per tale ultima tipologia di lavoratori che spesso, fino ad ora, si poteva riscontrare, in alcune organizzazioni, una carenza di misure di prevenzione e protezione organizzate.
Oltre alla ovvia necessità di valutazione del rischio specifico nonché di formazione dei lavoratori (già previste in generale dal D. Lgs 81/08), altre novità di rilievo riguardano, in sintesi, l’obbligo di:

  • sorveglianza sanitaria per tutti gli esposti potenziali;
  • individuazione della profilassi da attuare in caso di ferita/puntura;
  • definizione di procedure per la notifica, la risposta ed il monitoraggio post-esposizione.

Come per altre disposizioni

del D. Lgs 81/08 sono previste in caso di inadempienza sanzioni di carattere penale per il datore di lavoro e per i dirigenti.

Per scaricare il testo del D. Lgs 19/2014 vai alla pagina Download

Continua »
Home SICUREZZA SUL LAVORO FORMAZIONE E CORSI ATTREZZATURE DI LAVORO E IMPIANTI Sicurezza sul lavoro Normativa nazionale Attrezzature di lavoro

Formazione addetti alla posa di segnaletica stradale

Cantiere 1Il 20/04/2014 scadrà il termine per adempiere alla formazione del personale addetto alla apposizione, mantenimento o rimozione di segnaletica di delimitazione e di segnalazione di attività lavorative che si svolgono in presenza di traffico veicolare. Tale obbligo, introdotto dal DM 04/03/2013 prevede che gli operatori ed i preposti frequentino dei corsi di formazione di durata pari a 8 e a 12 ore, di cui almeno 4 dedicate ad addestramento pratico. Gli schemi di delimitazione delle sedi stradali e delle pertinenze sono quelli definiti nel DM 10/07/2002, che tuttavia ha trovato non sempre piena applicazione, come è facile constatare nelle nostre strade. Il problema della sicurezza degli addetti a lavori in presenza di traffico veicolare, ma anche della sicurezza degli utenti della strada ha rilevanza assoluta, considerando che dai dati INAIL (anno 2012), circa l’11% degli infortuni totali avviene con mezzi di trasporto mentre riferendosi a quelli con esito mortale denunciati circa il 40% degli infortuni mortali è legato ai mezzi di trasporto (in occasione di lavoro ed in itinere).

Il decreto prevede

  • dotazione specifica per le squadre di intervento
  • specifiche modalità di intervento e regolamentazione del traffico
  • modalità di sosta, di fermata e manovra dei veicoli
  • la gestione di situazioni di emergenza
  • modalità di posa e rimozione della segnaletica

nonché

  • specifici soggetti formatori (enti proprietari e società concessionarie di di strade e autostrade, Regioni e Province autonome di TN e BZ, Min. Lavoro, INAIL, associazioni sindacali di datori di lavoro e di lavoratori, organismi paritetici dell’edilizia e ingegneria civile, scuole edili, Ministero Interno, soggetti formatori accreditati presso le Regioni secondo i rispettivi modelli di accreditamento)
  • specifiche caratteristiche dei docenti sia per la parte teorica che per la parte pratica
  • esercitazione in siti che consentano di ricreare condizioni operative simili  quelle riscontrabili sui luoghi di lavoro
  • rinnovo della formazione di durata minima 3 ore ogni 4 anni
Continua »
1 2 3 4 5 6